Home   ·   News   ·   Forum  ·   SweetShock.net
www.sweetorange.it


Google News


News Flash


15/09/2008 10:52 Alitalia: raggiunto accordo quadro
ma piloti sconfessano
MILANO (MF-DJ)--Al termine dell'incontro che si e' svolto al Ministero del Lavoro ieri a tarda sera per trovare un'intesa sulla vicenda Alitalia, Cgil, Cisl, Uil e Ugl hanno raggiunto un'intesa con la Cai ed il Governo sull'accordo quadro, un documento di valutazione del piano industriale.

Dal Ministro Sacconi e dai segretari generali dei sindacati il raggiungimento di questo accordo e' visto come un importante primo passo, sulla base del quale oggi continuera' il confronto per arrivare ad un'intesa anche sul nuovo contratto aziendale. L'accordo quadro prevede tra le altre cose che il numero dei dipendenti della Cai, la nuova Alitalia, salga a 12.500, mille in piu' rispetto alla prima proposta presentata.

Le cinque associazioni professionali dei piloti e degli assistenti di volo pero' sconfessano l'accordo e lo definiscono "carta straccia". Le sigle sindacali che non hanno sottoscritto l'intesa sono attese oggi nel pomeriggio dal Ministro Sacconi per affrontare la questione. cmo



(END) Dow Jones Newswires

September 15, 2008 02:38 ET (06:38 GMT)

Copyright © 2008 MF-Dow Jones News Srl.

http://www.borsaitaliana.it/bitApp/news.bi...=492202&lang=it

15/09/2008 10:51 MotogGp/ Valentino Rossi vince a Indianapolis

Di Fabrizio Gerolla
Valentino Rossi è ancora una volta il più forte. Più forte anche dell’uragano Ike che cerca di rovinare la festa del Dottore che a Indianapolis cala il poker di vittorie. Dopo la solita bagarre iniziale la lotta si sposta sul duo Rossi-Hayden sino a quando Vale decide di lasciare sul posto il pilota americano. La gara viene sospesa a sei giri dal termine con Valentino in prima posizione solitaria per la pioggia battente e il vento che soffiando troppo forte diventa un pericolo per i piloti in pista. Alle spalle di Rossi Hayden seguito da Lorenzo e Stoner. Con questo successo Valentino è ad un passo dal suo ottavo titolo mondiale. Prossimo appuntamento tra due settimane sul circuito giapponese di Motegi, dove a Vale basterà salire sul podio per avere la matematica certezza di aver conquistato il titolo. Un precedente nipponico è negativo per lui: nel 2005 ebbe un match point simile e finì per terra insieme a Melandri. Tre anni dopo si può mettere a posto anche questa statistica. Intanto il pesarese si gode un altro primato: con la vittoria a Indianapolis ha vinto su tutte le piste in cui ha corso.

http://www.affaritaliani.it/sport/dmotogppagelle150908.html

3/09/2008 22:01 COMPAGNI SI SALVI CHI PUò

user posted image

Buttiamola sul ridere. Quell’altro diceva di camminare sulle acque. Questi altri invece non stanno a galla nemmeno sul canotto.

Novella Duemila ci consegna l’ultima cartolina estiva dei nostri politici: Massimo D’Alema in mare. Proprio lui che aveva costruito il mito della svolta puntando sulla barca, è finito in acqua per colpa di un canottino. Baffino potrà sempre dire che lui è uomo di vela, non di motori. O forse che è abituato alle onde, non alla calma piatta di Ponza. In tal caso avrebbe ragione: nel suo Pd le previsioni sono di burrasca ed egli con la burrasca si destreggia meglio. Poco alla volta l’ex ministro degli Esteri sta facendo terra bruciata attorno a Veltroni. Non è il solo. Il prodiano Parisi sguaina la spada, pronto alla sfida del congresso; Enrico Letta gigioneggia fingendo di passare lì quasi per caso e Rutelli butta un occhio dalle parti del centro nella speranza di trovare qualche sponda un po’ più favorevole. Ci sono anche i giustizialisti sensibili al canto della sirena Di Pietro. (...)

(...) Capitolo a parte è per Giuliano Amato, il quale corre per fatti suoi e flirta “tecnicamente” con il centrodestra di Gianni Alemanno. Ma questa non è una novità per il “rieccolo” della Seconda Repubblica.

Timona qua timona là, la barca Democratica gira a vuoto. Esattamente come nella festa del partito dove - giuro, sono accadute entrambe le cose - in assenza del guardiano capita che qualche mattacchione nostalgico diffonda l’inno dell’Internazionale dagli altoparlanti o che il leghista Tosi improvvisi un comizio a uso e consumo dei militanti del Carroccio causa forfait degli altri ospiti all’incontro, per pioggia negli stand.

Il partito di Walter sta imbarcando acqua
Il Pd imbarca acqua da tutte le parti. D’Alema, dopo il capitombolo dal gommone, è l’uomo meno adatto. Più utile potrebbe essere un buon idraulico, se non fosse che il Pd ha litigato pure con loro. Sentite questa, presa fresca fresca dalla Stampa di ieri: “I creativi del Pd alla guerra dell’idraulico. Documentario dei giovani democratici: più sono ignoranti e più sono ricchi”.

Cosa smuove la bile dei giovani democratici? Semplice, il portafoglio dei lavoratori autonomi. «Perché i mestieri più belli fanno guadagnare poco?», si domanda Cristina Silvieri Tagliabue, regista del cortometraggio. Il discorso è tutt’altro che nuovo. Puzza di invidia e rancore sociale. «Un paese senza musicisti, pensatori e scrittori, artisti di livello internazionale», dice uno dei protagonisti del filmato «è un paese del terzo mondo, ma visto quello che guadagno se rinasco faccio l’idraulico».

Oppure il falegname, l’elettricista, l’operaio specializzato. E poi magari coi soldi degli straordinari e della liquidazione metto su un piccolo capannone e faccio i danè, gli schei. Poi ancora apro una bella partita iva e infine voto Berlusconi. O Bossi. Perché la parabola gira esattamente così: si comincia a sinistra, si inseguono i sogni d’artista, poi la fame morde la pancia e ci si mette a lavorare per davvero. E ci si ritrova in braccio al Cavaliere appunto.


lol.gif lol.gif lol.gif

Povero Veltroni! Basta un cortometraggio commissionato dalla sezione culturale del partito per mandare gambe all’aria tutti i bei discorsi della campagna elettorale. «Convinceremo il nord dei capannoni», annunciava a Vicenza e a Treviso il bel candidato Walter. «Staremo dalla parte del popolo delle partite iva», parlava convinto a Varese.

La sinistra lontana dal lavoratore autonomo
È finita che non gli ha creduto nessuno. Perché il distacco culturale non si smacchia con la candeggina degli slogan. Il lavoratore autonomo sa di essere odiato dalla sinistra, sa che la sinistra ha quella testa lì. Se ne infischia se il mercato del lavoro non ha bisogno di insegnanti e di professori di lettere: quelli si laureano lo stesso, come tanti polli d’allevamento. E dopo pretendono l’immissione in ruolo.

Sarebbe bello un mondo pieno di pittori, di filosofi, cantanti e di ballerine: però qualcuno deve pur produrre i mobili, qualcuno deve pur aggiustare i rubinetti se perdono acqua, qualcuno deve pur mettere mano a quei dannati macchinari supermoderni. Lì, i posti di lavoro non mancano e tra l’altro si guadagna molto di più che fare il centralinista.

Ricordate quanto ci hanno rotto le scatole con i precari del call center: ora non ne parla più nessuno. Il dramma è finito. Ora il problema sono gli intellettuali che fanno la fame e che, per dirla con Aldo Nove, «stazionano sotto la finestra dell’idraulico in attesa degli avanzi del suo sushi». Se ne facciano una ragione: dopo aver perso la prima lotta di classe, perderanno anche la seconda.

Evviva i capitalisti del tubo.

1/09/2008 13:25 Fermate il Big Bang
o la terra sparirà! (LOL)
LONDRA - Per gli studiosi che si apprestano a spingere il pulsante d'accensione, si tratta di ricreare le condizioni che esistevano una frazione di secondo dopo il Big Bang: ovvero di riportarci indietro nel tempo sino al momento della creazione del nostro universo, all'inizio del mondo.

Ma per un gruppo di preoccupati ricercatori l'esperimento che dovrebbe cominciare tra dieci giorni in un immenso laboratorio sotterraneo, sepolto a un centinaio di metri sotto il confine tra Francia e Svizzera, comporta il rischio della fine del mondo, la distruzione e anzi la letterale scomparsa del nostro pianeta. Così, all'ultimo momento, gli oppositori del progetto hanno presentato un ricorso davanti alla Corte Europea dei Diritti Umani, che in teoria potrebbe bloccare il più grande, ambizioso e costoso test scientifico di tutti i tempi.

Oggetto della contesa è il Large hadron collider, un acceleratore da 6 miliardi di euro che, facendo scontrare particelle atomiche ad alta velocità e generando temperature di più di un trilione di gradi centigradi, dovrebbe rivelare il segreto di come è cominciato l'universo. Venti paesi europei, più gli Stati Uniti, hanno finanziato il progetto, che dopo anni di preparativi dovrebbe prendere il via il 10 settembre al Centro di Ricerche Nucleari di Ginevra.

Qualcuno, tuttavia, teme che l'esperimento andrà ben oltre le aspettative, creando effettivamente un mini buco nero, che crescerà di dimensioni e potenza fino a risucchiare dentro di sé la terra, divorandola completamente nel giro di quattro anni. Gli scienziati di Ginevra ribattono che non c'è assolutamente nulla da temere: ci sono scarse possibilità che l'acceleratore formi un buco nero capace di porre una minaccia concreta al pianeta, dicono, perché la natura produce continuamente delle collisioni di energia più alte di quelle che saranno create artificialmente dall'acceleratore, per esempio quando i raggi cosmici colpiscono la terra. Esperimenti di questo tipo, inoltre, sono stati condotti per trent'anni, senza avere risucchiato nemmeno un pezzettino della terra né causato danni di qualsiasi genere.

Vero è che il nuovo acceleratore ha suscitato attenzioni e polemiche perché è il più grande mai costruito, con una circonferenza di 26 chilometri e la possibilità di lanciare particelle atomiche 11.245 volte al secondo prima di farle scontrare una contro l'altra a una temperatura 100mila volte più alta di quella che esiste al centro del sole. La speranza è individuare, così facendo, le teoriche particelle chiamate bosoni di Higgs, giudicate responsabili di avere dato massa, ovvero peso, a ogni altra particella esistente. Ma gli scienziati ammettono che ci vorranno anni prima di arrivare eventualmente a un risultato del genere, per le difficoltà nel trovare particelle così infinitesimamente piccole nel caos primordiale post-Big Bang creato dentro l'acceleratore.

Abbiamo ancora dieci giorni per salvare la terra?, si chiede, con leggera ironia, il Sunday Telegraph. "I miei calcoli indicano che il rischio che un buco nero mangi il pianeta a causa dell'esperimento è serio", afferma il professor Otto Rossler, un chimico tedesco della Eberhard Karls University che ha presentato il ricorso alla Corte Europea dei Diritti Umani insieme ad alcuni colleghi. Replica James Gillies, portavoce del Centro Ricerche Nucleari di Ginevra: "Il ricorso non introduce nessun argomento che non sia già stato esaminato e respinto in passato, se questi esperimenti fossero rischiosi lo sapremmo già".

In ogni caso lo sapremo con certezza dopo il 10 settembre, se la Corte Europea, come sembra di capire, darà luce verde all'iniziativa: che non sarà la "fine del mondo", ma un po' di curiosità al di fuori dei confini della scienza, in questo modo, l'ha ottenuta.

www.repubblica.it

1/01/1970 1:00 L’Ue smaschera Prodi
Bilanci falsi per 30 mld

14/08/2008 17:57 Facebook batte MySpace !!

(ANSA) NEW YORK - E' Facebook il leader mondiale dei social network: secondo le cifre diffuse da comScore poco più di 132 milioni di persone hanno visitato Facebook, che supera così Myspace e i suoi 117,5 milioni di utenti, affermandosi come numero uno al mondo. Gli sforzi di Facebook per adattare il proprio sito alle diverse lingue e ai diversi paesi hanno contribuito al successo di giugno: "Migliorando l'adattamento del sito ai mercati locali grazie a una traduzione dell'interfaccia, il sito resiste meglio alla concorrenza, riesce a imporsi in alcuni mercati dove la sua presenza fino allo scorso anno era ridotta", afferma Jack Flanagan, vicepresidente di comScore in una nota. Le reti sociali contano su 49 milioni di utilizzatori in America del Nord, mentre l'Europa è più indietro anche se - precisa comScore - sta recuperando rapidamente terreno. In Europa i visitatori di Facebook in giugno sono risultati pari a 35,2 milioni, più del triplo rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. A livello mondiale le social network sono state utilizzate in giugno da 580,51 milioni di persone: in un solo anno, gli utilizzatori sono saliti del 9% in America del nord, del 35% in Europa e del 66% in Medio Oriente e in Africa.

12/07/2008 13:23 Muore Gianfranco Funari

MILANO - Gianfranco Funari, cabarettista e showman televisivo, è morto questa mattina nell'ospedale San Raffaele di Milano, dove era ricoverato da 5 mesi per gravissimi problemi cardiaci e polmonari.

Funari, 76 anni (era nato a Roma il 21 marzo 1932, ma milanese d'adozione), si è spento dopo una lunga agonia dovuta ai gravi problemi cardiaci di cui da tempo era affetto. Ricoverato da aprile, da oltre un mese si trovava nel reparto di terapia intensiva cardiologica.

Nato nel mondo dello spettacolo come cabarettista (fu tra i 'padri fondatori' dello storico Derby Club), per poi diventare uno dei più innovativi e popolari conduttori e opinionisti televisivi, fino a tentare tra l'altro il lancio in politica con una candidatura a sindaco di Milano, Funari da tempo era stato costretto a uscire di scenda dalla malattia che andava sempre più aggravandosi.

Proprio per la gravità delle sue condizioni, già alcune settimane fa si era sparsa a Milano la notizia, poi risultata falsa, della sua morte, avvenuta oggi poco dopo mezzogiorno. Funari aveva accanto la moglie Morena, che ogni giorno e ogni notte gli è stata vicina in ospedale in tutti questi mesi. (ANSA 12/07/2008)




Promozioni - Computer - Telefonia - Assistenza - Networking - Recupero Dati - Web e Grafica - Comunity

















 
> Benvenuto, visitatore
Devi registarti per poter avere pieno accesso al sito

· Leggi i Nuovi Messaggi

Nome utente

Password

 

> Articoli recenti
|rAmdAc| @ 12-12-05 02:10
Visite: 1626   Risposte: 0
|rAmdAc| @ 09-21-04 01:59
Visite: 1516   Risposte: 0
|rAmdAc| @ 09-7-04 15:13
Visite: 1579   Risposte: 0
 

> Ultime Discussioni
MAD_MAX @ 05-18-14 22:32
Visite: 1951   Risposte: 0
MAD_MAX @ 04-5-13 00:59
Visite: 2769   Risposte: 2
MAD_MAX @ 03-28-13 03:29
Visite: 2555   Risposte: 0
MAD_MAX @ 03-2-13 03:09
Visite: 2584   Risposte: 0
MAD_MAX @ 02-24-13 02:35
Visite: 2613   Risposte: 2
MAD_MAX @ 02-15-13 00:59
Visite: 2588   Risposte: 0
MAD_MAX @ 02-10-13 01:48
Visite: 2880   Risposte: 0
MAD_MAX @ 02-8-13 00:57
Visite: 2757   Risposte: 0
MAD_MAX @ 01-20-13 00:22
Visite: 2663   Risposte: 0
MAD_MAX @ 01-17-13 03:11
Visite: 2651   Risposte: 0
MAD_MAX @ 12-18-12 00:57
Visite: 2716   Risposte: 1
 

Ci sono 6 utenti online:
0 membri e 6 visitatori
 


Note legali - Informazioni sulla privacy - Contatti
©2003-2008 SweetOrange S.r.l. - P.I. 04053850873 - Tutti i diritti riservati.